Stampa questa pagina
Martedì, 13 Ottobre 2015 03:59

Le sanzioni riformate

Scritto da 
Vota questo articolo
(2 Voti)

Le sanzioni riformate

di Pierluigi RAUSEI

Il decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 151, attuativo della legge delega 10 dicembre 2014, n. 183, in materia di “razionalizzazione e semplificazione delle procedure e degli adempimenti a carico di cittadini e imprese”, in vigore dal 24 settembre 2015, interviene su molteplici aspetti del diritto sanzionatorio del lavoro, con specifico riferimento alle sanzioni amministrative e, in merito alla tutela della salute e della sicurezza sul lavoro, a quelle penali.

In particolare, il capo IV del Titolo I del d.lgs. n. 151/2015 è interamente dedicato alla revisione del regime delle sanzioni, così l’articolo 22 che lo compone modifica alcune disposizioni sanzionatorie in materia di lavoro e di legislazione sociale, senza però quel disegno complessivo di riordino del sistema sanzionatorio che invece ci si poteva attendere alla luce dello specifico criterio di delega contenuto nell’articolo unico, articolo 1, comma 6, lettera f), della legge n. 183/2014. Un intervento peculiare attiene alla maxisanzione contro il lavoro sommerso, la cui rilevanza è stata subito evidenziata dal Ministero del Lavoro con la Circolare n. 26 del 12 ottobre 2015.

Invero, un impatto sanzionatorio significativo ha pure l’art. 20 del Capo III ancora del Titolo I del d.lgs. n. 151/2015 che interviene in tema di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro su alcune delle sanzioni disciplinate dal d.lgs. n. 81/2008. Infine un rilievo sanzionatorio, seppure ridotto, ha anche l’art. 25 del d.lgs. n. 151/2015 che conferma il quadro delle sanzioni per la violazione delle norme a tutela della regolarità delle dimissioni e delle risoluzioni consensuali.

 

Diritto & Pratica del Lavoro n. 41/2015, pp. 2361-2369

 

Di seguito il link per scaricare il testo integrale dell'articolo in "pdf"

Letto 1768 volte Ultima modifica il Lunedì, 11 Gennaio 2016 00:17
Pierluigi Rausei

Sono il titolare di questo sito. Ho la fortuna di essere papà di tre figli meravigliosi e marito di una donna straordinaria, moglie, mamma e Architetto. Sono Avvocato, ma lavoro nella Pubblica Amministrazione come dirigente. Credo nel diritto del lavoro "per" il lavoro che vede la persona al centro di ogni riflessione, specialmente nella "grande trasformazione" che il lavoro sta vivendo. Al diritto del lavoro dedico per passione analisi, studi e ricerche che in questo sito metto a disposizione degli operatori del mercato del lavoro con sintesi dei miei interventi ed estratti delle mie pubblicazioni. 

Ultimi da Pierluigi Rausei